QUESTIONARIO AMBIENTALE: per i candidati sindaci dei Comuni Castellani al voto

Conosciamo-lambiente-Adiconsum-propone-un-questionarioAbbiamo preparato alcune semplici domande, che porremo ai candidati sindaci degli schieramenti dei comuni castellani, in vista della prossima tornata elettorale.

Nota Bene: Questo questionario è a carattere ambientale e non si pone l’ obiettivo di suggerire la risposta (o non risposta) da dare a nessun candidato, ma vuole solo affrontare una dettagliata casistica di problematiche ambientali con le quali ci siamo scontrati nel corso degli ultimi anni di attività del nostro comitato.

In questo modo è nostra intenzione fornire ai cittadini, che si apprestano a votare,  uno strumento valido per comprendere l’ orientamento politico degli schieramenti in tema ambientale, in modo da avere le idee chiare prima di recarsi alle urne.

Ci impegnamo quindi a reindirizzare nelle caselle di posta dei candidati sindaci (e/o di alcuni dei loro colleghi di schieramento) il questionario in modo da raccogliere tutte le risposte, che decideranno di fornirci.

Allo scadere delle prossime 2 settimane da oggi, verranno pubblicate (NELLO STESSO MOMENTO) tutte le risposte dei candidati su questo sito (raccoglieremo le risposte al questionario entro e non oltre il giorno 10 maggio).

Inviare le risposte qui: comitatotutelamonteporzio@gmail.com

ECCO IL LINK: QUESTIONARIO_AMBIENTALE_PER_FORZE_POLITICHE_


5 DOMANDE TEMATICHE PRINCIPALI (sulle quali paragonare i candidati sindaci ed i loro schieramenti)

PAESAGGIO, FLORA E FAUNA

-Domanda A

Tutela del Paesaggio: Quale è il vostro impegno (se previsto) in merito alla tutela del paesaggio, della flora e della fauna locale?

ELETTROMAGNETISMO

-Domanda B

I castelli sono a rischio inquinamento elettromagnetico (fenomeno tristemente noto con il nome di ELETTROSMOG). Alcune questioni, come la sentenza passata in giudicato sulle antenne di Monte Cavo che le dichiara abusive, la vicenda dei nuovi tralicci RadioTV a Pratarena e Velletri (tra loro collegati) assieme al proliferare in ogni dove degli apparati di telefonia mobile, pongono l’ accento sui pericoli da esposizione, a cui sono soggette le popolazioni castellane. Come vi ponete di fronte a questa vasta tematica, che comprende questioni di salute pubblica (esposizione indiscriminata), di normativa vigente (mancanza di un adeguato piano antenne), senza tralasciare questioni più locali come il proliferare del WiFi nelle scuole/aree sensibili?

RIFIUTI E DISCARICHE ABUSIVE

-Domanda C

Come avete intenzione di risolvere ed evitare gli accumuli non autorizzati/abusivi (in alcuni casi pericolosi) di rifiuti sparsi sul territorio comunale? Che tipo di azioni intendete intraprendere in concerto con le società servizi addette alla raccolta differenziata per premiare i comportamenti virtuosi e disincentivare chi non si attiene alle buone regole di conferimento dei rifiuti?

PROBLEMA IDRICO

-Domanda D

Nel comprensorio dei castelli romani manca spesso l’ acqua ed i cittadini si trovano spesso a dover subire i disagi e le problematiche causate dalla malagestione dell’ acqua, bene pubblico per eccellenza. Come ritenete di agire concretamente per risolvere (alcuni o tutti) i malfunzionamenti dell’ acquedotto servito da ACEA ATO2?

ABUSIVISMO, CONSUMO DI SUOLO E DISSESTO IDROGEOLOGICO

-Domanda E

Che tipo di azioni intendete portare avanti nei confronti dell’ abusivismo edilizio e del consumo di suolo non previsto dal piano regolatore? Come vi ponete di fronte al concetto di “abusivismo di necessità” in merito anche alla prevenzione del dissesto idrogeologico? Che tipo di sviluppo urbanistico (nuove costruzioni/quartieri/lottizzazioni, riqualificazione zone abitate, politiche energetiche, sviluppo +/- sostenibile, ecc…), intendete intraprendere per il paese, che vi accingereste a governare?

25 DOMANDE SPECIFICHE sulle temetiche ambientali in ordine sparso ai candidati sindaci dei diversi schieramenti per I comuni dei Castelli Romani

PAESAGGIO, FLORA E FAUNA

-Domanda n.1

Tutela del Paesaggio: Quale è il vostro impegno (se previsto) in merito alla tutela del paesaggio?

Quali criteri atti alla salvaguardia del paesaggio e l’ inserimento di nuovi complessi/costruzioni nel contesto storico/paesaggistico vigente.

-Domanda n.2

Tutela del Verde Pubblico e Privato: Quale è il vostro orientamento in merito alle zone verdi? Vanno salvaguardate o modificate ad uso e consumo di suolo?

Elencare le azioni volte alla salvaguardia delle aree verdi sia di livello paesaggistico (boschi, oliveti, vigneti) sia in termini agro-pastorali, sia in contesto semi-urbanizzato (parchi e giardini pubblici)

-Domanda n.3

Abbattimento Alberi: Come pensate di risolvere (se questa risulta di priorità) la piaga degli abbattimenti di alberi ad alto fusto non autorizzati sia in terreni privati sia in luoghi pubblici, sia dentro sia fuori del parco dei castelli?

-Domanda n.4

Registro Verde: Pensate sia possibile un censimento, come avviene in molti comuni, delle specie arboree di maggiore valore (in termini sia paesaggistici sia di abbattimento della CO2), in modo da salvaguardarle in maniera preferenziale (rispetto al resto della vegetazione): siete favorevoli a questa possibilità e/o vi impegnate da subito a creare un tale registro?

-Domanda n.5

Pulizia dei Fondi: Che tipo di pulizie della vegetazione ritenete opportuna e da applicare regolarmente, se si in che modalità?

Descrivere in merito a latifondi incolti, sterpaglie lungo le carreggiate stradali, modalità di incentivo per i privati a tenere pulito le aree per un maggiore decoro cittadino (eventuali disincentivi).

-Domanda n.6

Fauna Locale: canili, gattili e programmi di contenimento delle specie di animali randagi. Avete idee in merito?

-Domanda n.7

Cinghiali: E’ una priorità, una piaga una opportunità? Quale il vostro punto di vista.

RIFIUTI

-Domanda n.8

Discariche Abusive: Avete programmi in ballo per risolvere le criticità ed evitare gli accumuli non autorizzati e/o abusivi / pericolosi? Descrivere cosa si prevede di disporre per rimediare al fenomeno e come il bando rifiuti può (se si ritenga che debba) intervenire a mitigare la questione e se si in che modo.

-Domanda n.9

Raccolta Porta a Porta: Avete proposte per migliorare la questione? es. Iincentivi e disincentivi: avete idee in merito ai comportamenti virtuosi dei cittadini o non prevedete nulla (es. compopstaggio domestico sconti tariffe, tracciamento rifiuti)… disincentivi/multe per chi sgarra?

-Domanda n.10

Servizio Rifiuti: In-house solution o bando di gara aperto e periodico… cosa ne pensate?

EDILIZIA SOSTENIBILE

-Domanda n.11

Abusivismo: che linea pensereste di adottare, una volta al governo del paese in merito alla lotta agli abusivismi di differente natura?

Descrivere con semplici esempi, che tipo di disincentivi pensereste di adottare, oltre agli strumenti normativi vigenti per contenere il fenomeno.

-Domanda n.12

Abusivismo Edilizio: Che tipo di azioni intendete portare avanti per la soluzione della problematica di livello sociale dei “nuclei spontanei” e/o abusivi e/o condonati su cui pende ordinanza di demolizione? Avete un programma di intervento o di mitigazione delle singole richieste? Ritenete si debba adottare il pugno di ferro nei riguardi di ogni abuso edilizio?

-Domanda n.13

Consumo di Suolo: Che tipo di pianificazione urbanistica pensate di intraprendere? L’ urbanizzazione viene considerata una voce di bilancio su cui fare cassa?

-Domanda n.14

Assetto Idrogeologico: Vi impegnate da subito a rivalutare idrogeologicamente nel suo insieme tutto il territorio comunale con perizie certificate (e non semplici pareri scaricabarili) prima di rilasciare convenzioni urbanistiche e/o nuove licenze edilizie?

-Domanda n.15

Riqualificazione dell’ Esistente: Gli oneri di urbanizzazione spesso fanno da volano per disincentivare la riqualificazione dell’ esistente / ristrutturazioni di edifici già presenti. Prevedete incentivi e/o canali preferenziali di autorizzazione nel caso di ristrutturazioni con conseguente riqualificazione edilizio/energetica? Riguardo il rischio/adeguamento sismico di edifici pubblici e privati, prevedete azioni concrete?

-Domanda n.16

Edilizia Sostenibile: Cosa ne pensate del protocollo ITACA? Pensate di adottarlo appieno o solo sulla carta? Prevedete incentivi per o standard minimi di efficienza energetica per le nuove abitazioni DA RISPETTARE da progetto pena la difformità dell’ opera? Credete sia possibile identificare un protocollo verde da adottare come un “bilancio del verde” in termini di ripiantumazione delle specie arboree dovute abbattere a seguito di una qualsiasi azione edilizia autorizzata?

-Domanda n.17

Nuove Costruzioni: Vi impegnate fin da subito a non concedere nuove licenze edilizie se nella stessa zona è presente una elevata percentuale di case invendute? Siete disposti a rivedere le stime di insediamento della popolazione attualmente sovrastimate per tutti I paesi dei castelli, le quali hanno pilotato la stesura dei piani regolatori? ALTERNATIVE? Tasse alte ai costruttori per gli immobili invenduti?

SALUTE PUBBLICA

-Domanda n.18

Esposizione ELETTROSMOG: Avete in programma un piano antenne? Se si di che tipo? Chi lo potrebbe fare (le società telefoniche, dei tecnici di fiducia, degli esperti a vario titolo)?

Un eventuale piano antenne come strumento di sviluppo delle telecomunicazioni o per mantenere un giusto bilanciamento tra servizi ed esposizione, tra costi sociali e benefici?

-Domanda n.19

PRATARENA/MONTE CAVO: Che linea avete in merito ai progetti di espansione delle TLC entro i castelli romani? Pensate sia una buona cosa coordinarsi con tutti i comuni limitrofi?

Fino a che punto siete disposti a concedere e cosa no.

-Domanda n.20

WiFi metropolitano e/o nelle Scuole: Avete una posizione chiara in merito? Pensate di vietare, fornendo una alternativa cablata il WiFi nelle aulee scolastiche? Avete già identificato una alternativa tecnologica e/o un costo sostenibile da mettere a bilancio una volta al governo del paese?

-Domanda n.21

Problema arsenico nelle falde: Ritenete problematico utilizzare acqua di pozzo per irrigare i campi e gli orti e facilitare la produzione di ortaggi a km0? Pensate di monitorare con analisi specifiche la concentrazione dell’ arsenico e dei metalli pesanti nelle acque e, successivamente, la percentuale di queste sostanze, che passa negli alimenti, per non intaccare la catena alimentare locale?

-Domanda n.22

Acqua pubblica: Siete soddisfatti e/o pensate di ricorrere in qualche modo ai malfunzionamenti dell’ acquedotto servito da ACEA-ATO2?

-Domanda n.23

Problema Radon: Pensate di informate capillarmente la popolazione sui rischi da esposizione al radon negli scantinati e/o garantire campagne di misurazioni mirate?

-Domanda n.24

Pesticidi/Diserbanti: Quale è la vostra posizione sull’ utilizzo di pesticidi e diserbanti sul territorio comunale (es. Glyfosato Monsanto)?

-Domanda n.25

OGM: Cosa ne pensate degli OGM? Siete a favore della valorizzazione delle peculiarità eno-gastronomiche locali o date carta verde per la coltivazione e la produzione su suolo comunale di qualsiasi tipo di semente/prodotto anche geneticamente modificato?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...