IL COMUNE DI MONTE PORZIO CATONE DOV’ ERA?

commissioni-1

QUESTI SONO FATTI, CHE CI PIACEREBBE NON RACCONTARE:
Da più di un anno il Comitato di Tutela e Salvaguardia dell’ Ambiente in Monte Porzio Catone ha preparato per il nostro comune un PIANO ANTENNE per evitare il proliferare delle dannose installazioni TV/radio e telefonia regolamentando in maniera capillare il loro posizionamento entro il territorio comunale.

ECCO IL LINK:

https://comitatotutelamonteporziocatone.files.wordpress.com/2017/03/piano_antenne_mpc_v3_2017_03_15.pdf

Nonostante questo il Piano Antenne comunale, calendarizzato nel 2017, è rimasto nel cassetto e sorprendentemente il nostro comune risulta uno dei pochi che ne è ancora sprovvisto.
Malgrado il nostro impegno (monitoraggio ElettroSMOG nei castelli comprensivo di misurazioni e conferenze informative), il nostro supporto dichiarato e manifesto proposto all’ amministrazione sulla
tematica…
…E nonostante gli avvisi, i proclami, le richieste pubbliche (e private) di partecipare (o mandare delegati, noi compresi) al tavolo tecnico indetto dal sindaco Lorenzon di Genzano per affrontare in maniera coordinata ed univoca il problema elettrosmog tra i comuni del parco dei castelli romani…

NONOSTANTE TUTTO QUESTO

Il comune di Monte Porzio Catone HA DECISO DI NON PRESENTARSI alla riunione, 

contraddicendo se stesso sull’impegno che si era preso e ammettendo di fatto che LA TUTELA DELLA SALUTE DEI CITTADINI esposti UBIQUITARIAMENTE al dannoso fenomeno dell’ elettrosmog NON E’ UNA PRIORITA’ DEL NOSTRO COMUNE!
NEL FRATTEMPO… il nostro territorio, risulta preda di speculatori e multinazionali, che cercano in tutti i modi di “piazzare” i loro oggetti di lucro (tralicci) nei punti più strategici irretendo i privati con promesse monetarie, che poi (nel 90% dei casi, non è detto neanche che mantengano!).

E’ così che un operatore di telefonia non precisato, ha strappato ad un privato un contratto capestro per l’installazione di un ripetitore nel comune di Monte Porzio Catone, e questo, operatore, forte della mancanza di un piano antenne comunale, si premurerà SOLAMENTE di avere i parere degli enti sovracomunali per mettere in opera il suo apparato a scopo di lucro.
Poco conta se nel contratto non è specificata la dimensione del traliccio, che a voce era stato detto essere di 10 metri ed ora pare si voglia alto più di 30 metri! Il privato che dal canto suo non vuole più l’ installazione sul suo terreno, ora ha le mani legate dal contratto e l’ unico aiuto che potrebbe arrivare, dal comune, NON ARRIVERA’ perché l’ amministrazione non ha voluto adoperarsi per integrare/modificare/vidimare GRATIS il piano antenne, che gli avevamo dato più di un anno fa.

E così questo territorio potrebbe diventare terreno di conquista per gli operatori telefonici (come il vicino Frascati). Questo ed altre installazioni telefoniche potrebbero generare un contributo additivo di  +/-1V/m, che si aggiungerebbe al segnale diffuso, già presenta a causa delle antenne di Radio/TV di Pratarena (segnale ~2.4V/m), già di per se molto elevato.

Comune di Monte Porzio Catone, cosa avevate di più importante da fare il giorno del tavolo tecnico di Genzano (7 marzo)?

Eravate TUTTI impegnati, tanto da non poter mandare neppure un delegato?

In quale importantissimo incontro istituzionale?

Un torneo di bocce o di biliardo?
Una infiorata di orchidee?
Una passeggiata a braccetto con Lollilò?

I CITTADINI MERITANO QUALCOSA DI MEGLIO!

CONTINUIAMO AD ESSERE PRONTI AL DIALOGO, MA NON POSSIAMO INTERLOQUIRE CON
UN MURO DI GOMMA CHE NON SI ASSUME NEANCHE L’IMPEGNO MINIMO DI PARTECIPARE AD UN TAVOLO TECNICO!

ATTENDIAMO LA VOSTRA RISPOSTA ALLA NOSTRA DOMANDA, CHE VI RIPROPONIAMO:

COSA AVEVATE DI PIÙ’ IMPORTANTE DA FARE IL GIORNO MARTEDI 7 MARZO 2017
RISPETTO A PARTECIPARE AL TAVOLO TECNICO PER LA TUTELA DAI CAMPI
ELETTROMAGNETICI INDETTO DAL COMUNE DI GENZANO?

Dal documento apparso sul sito del Comune di Genzano di Roma, LINK:

http://www.comune.genzanodiroma.roma.it/Notizie-Comunicati/ELETTROSMOG,%20A%20LAVORO%20SU%20PIANO%20TERRITORIALE.aspx

si evince che praticamente hanno partecipato tutti i comuni dei castelli tranne Monte Porzio Catone, Rocca di Papa e Grottaferrata!

Capiamo benissimo le motivazioni, che hanno portato alla NON partecipazione di Rocca di Papa, ma Monte Porzio Catone e Grottaferrata perché  non erano presenti!? Attendiamo risposte!

Per finire, riportiamo le parole dell’ ass. Pezzotti del Comune di Genzano:

“È tema caldo di interesse generale, manteniamo le porte aperte anche verso i Comuni che non hannopartecipato alla prima riunione per una pianificazione condivisa”

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...