Sentenza di rimozione delle antenne a Monte Cavo… ORA GUARDIAMOCI LE SPALLE!

E’ di qualche giorno la storica sentenza del Consiglio di Stato sulla rimozione delle antenne a Monte Cavo che, possede una serie di tralicci ed installazioni sia militari sia civili (vedere LINK dal giornale il Mamilio).

Premettendo che nessun tribunale sia esso TAR o Consiglio di stato potrà mai obbligare i militari a rimuovere le proprie installazioni, per questioni extra-giurisdizionali di “sicurezza nazionale”, se non altro le installazioni civili potrebbero a breve dire addio al sito e questo, a catena potrebbe rendere conveniente lasciare il sito anche alle installazioni militari.

A seguito anche di diverse denunce di cittadini delle quali è stato dato ampio risalto mediatico anche con servizi ai TG (vedi LINK di Buongiorno Regione su RaiTRE), il Consiglio di Stato ha sentenzioato la rimozione di suddetti apparati.

A Monte Porzio Catone e nei comuni limitrovi si è sempre avvertita la presenza dei ripetitori di Monte Cavo come una spada di damocle direzonale che veniva dal lago di Albano. Abbiamo a tal scopo anche fatto una serie di mirure del campo elettromagnetico che testimoniava che, nonostante la distanza, Monte Cavo (li dove visibile e senza ostacoli frapposti) va a contribuire per circa 2-2,5 V/m di campo elettromagnetico nel range di frequenza 0.1 – 3000 MHz, questo significa che, in presenza di altri ripetitori (come avviene sulla sommità del Tuscolo), i valori del campo elettromagnetico superano facilmente i 6V/m limite di legge (vedi LINK).

Ora e nei prossimi mesi, questa situazione dovrebbe migliorare, ma non è detto!

Già ci vengono segnalate le intenzioni di distribuire lungo tutto il territorio dei castelli le installazioni che verrebbero rimosse da Monte Cavo. Questo significherebbe che, invece di guardarci e proteggerci da una unica (FORTE) fonte di inquinamento E.M., dovremmo ripararci da innumerevoli fonti (di minor entità) sparse nel territorio.

Questo scenario potenzialmente potrebbe risultare molto più dannoso di una maggior concentrazione di apparati in un solo sito. Dobbiamo quindi correre ai ripari per evitare che i comuni, le aree pubbliche e le installazioni private diventino le foriere dei servizi non più trasmessi da Monte Cavo.

Come ottemperare da cittadini (e comitato) a questa immane opera di sorveglianza e salvaguardia della salubrità del nostro etere?

Coordinandoci tutti assieme.  Partendo dai comuni del Parco dei Castelli Romani, bisogna effettuare tante richieste, una per ogni comune, di controllo come prestabilito dai termini di legge 36/01 sull’intero territorio comunale e di monitorare le nuove richieste di installazioni, che potrebbero ricadere nelle zone abitative.

Per fare questo occorre coordinarsi affinché OGNI COMUNE del Parco si doti di un Piano Antenne che individui chiaramente COME E DOVE non installare apparati (eventualmente rimuovendone se necessario) e DOVE poterli inserire ed a quali condizioni.

Con la nostra prima campagna di misurazioni abbiamo aperto il vaso di pandora, ora andremo più nel dettaglio cercando di effettuare misure anche fuori banda (10-100Hz per rivelare eventuale inquinamento elettromagnetico causato da tralicci e cavi di poitenza e, sopratutto sopra i 3GHz fino ai 40GHz per identificare anche l’ inquinamento causato dagli apparati punto-punto, molto più difficili da misurare e potenzialmente più nocivi.

i comuni del parco dei castelli romani

i comuni del parco dei castelli romani

Invitiamo la cittadinanza attiva di tutti i comuni limitrofi (Monte Porzio Catone, MonteCompatri, Rocca Priora, Rocca di Papa, Albano, Marino, Nemi, Ariccia, Genzano, Grottaferrata, Frascati, Velletri, Lariano e Castel Gandolfo) a coordinarsi ed eseguire suddette richieste in modo da non ritrovarsi dall’ oggi al domani in una selva di installazioni senza criterio e potenzialmente pericolose per la salute di tutta la cittadinanza.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...