Una Amministrazione (MPC) Ostile ai Temi Ambientali

Non è una accusa… è più un invito, anche se temiamo finirà nel vuoto.


Ieri, 22/06/2015 ore 17:00 presso l’ aula consiliare di del comune di Monte Porzio Catone si è tenuta la seconda commissione urbanistica (in realtà la prima dove si è deliberato qualcosa). Essendo la commissione pubblica ed avendo in passato richiesto NOI come comitato la convocazione di una commissione urbanistica con una serie di punti, abbiamo voluto essere presenti per testimoniare le priorità in termini urbanistici del comune di Monte Porzio Catone.TU_NON_PUOI_PARLARE

Abbiamo voluto essere presenti per capire l’ importanza improrogabile del tema che si andava a discutere rispetto ai temi da noi proposti, i quali, ricorderete, non sono stati valutati degni di indire una commissione urbanistica.

Ecco l’ avviso pubblico con ODG:

==================

AVVISO DI CONVOCAZIONE COMMISSIONE URBANISTICA

Si comunica che il giorno 22 giugno 2015 alle ore 17.00 presso l’aula consiliare è convocata la  4^ Commissione Consiliare permanente “Urbanistica, Assetto del Territorio e Lavori Pubblici”, per discutere il seguente ordine del giorno:

  1. Modifica del Piano di Lottizzazione Romoli 2 e nuovo schema di Convenzione Urbanistica – proposte e valutazioni;
  2. Varie ed eventuali.

==================

Siamo memori dellle rassicurazioni post elettorali del sindaco dr. Emanuele Pucci

dichiarazioni del Sindaco Pucci, che sulla questione cementificatoria (edizione del Tuscolo 10/12/2014) voleva personalmente rassicurare il nostro comitato da poco costituito che “non ci sarebbero state ulteriori costruzioni né a monte Ciuffo né a valle Formale”.

Essendo memori di tutto ciò volevamo essere presenti per capire di cosa si stesse parlando con la dicitura Romoli2.

Si tratta di una zona a valle formale destinata urbanisticamente a fascia C (edilizia popolare?), in cui tramite una convenzione pregressa si dava la possibilità a costruttori privati di edificare i lotti previa realizzazione di servizi (urbanistici) ed aree verdi immediatamente fruibili dal comune. La proposta era, su richiesta di una parte, quella di dividere l’ area soggetta alla edificazione in due lotti separati per permettere l’ immediata edificazione di un lotto da parte di un costruttore (che ne aveva disponibilità) e lasciare il tempo all’ altro costruttore (che ora non ne aveva disponibilità) di edificare entro i 10 anni della convenzione.

La motivazione (unica) addotta dalla commissione era semplice: se costruiscono subito entrano i soldi relativi agli oneri di urbanizzazione in caso contrario potremmo attendere anche 10 anni prima di vedere qualcosa.

Il sindaco Pucci non accettando le obiezioni della minoranza rispopndeva, che non si sentiva di lasciare ai rovi una zona e che edificare subito avrebbe comportato per il comune un vantaggio oltre che economico, anche di utilizzo di due aree verdi.


Premesso che l’ equivalenza da tenere in considerazione non è

da rovi -> (guadagno) 2 aree verdi

ma

da una grande area verde -> (passo a) 5% parcheggio + 5% aiuola + restante 90% cemento!


Neanche a un bambino di 5 anni si riuscirebbe a darla a bere! Quale cittadino a parte i costruttori ci guadagna? Ma forse è proprio questo il punto e non è neanche troppo celato come intento finale e le motivazioni che muovono i grandi progetti e che nel corso degli anni devastano e saccheggiano l’ ambiente che ci circonda.

Quindi riassumendo, si prospetta un copione abbastanza chiaro, da qui ai prossimi 4 anni, si cercherà in tutti i modi di appianare i buchi nel bilancio delle casse comunali intascando oneri di urbanizzazione, prima attingendo alle vecchie convenzioni e poi facendone di nuove, magari in aree non ancora edificabili.

Per l’ occasione, e, sapendo dove si andava a parare, prima della commissione abbiamo preparato come comitato un comunicato semplice di presentazione per la commissione ed i membri della stessa, sperando che si sarebbe potuto leggere (o far leggere) prima della chiusura della commissione in modo da essere messo a verbale.

Purtroppo il Sindaco ed il presidente della commissione ha minimizzato il comunicato, la nostra presenza e le nostre rivendicazioni semplicemente adducendo che non si può aggiungere una discussione ad una cosa, di cui non hanno ricevuto un documento protocollato prima. E che messa così non l’ avrebbero letta né in quella sede né in futuro.

Alla fine è stata allegata al verbale della commissione come lettera depositata da uno dei consilieri (5 stelle), che ha anche tentato di leggerlo ma è stato minacciato in vari modi di bloccarsi ed è stata negata anche da parte sua di inserirlo come varie ed eventuali nell’ ODG. tutto messo a verbale (forse),ma noi eravamo presenti.

Ecco di seguito il testo del comunicato di presentazione del nostro comitato (Comunicato_commisisone_22062015).

PRENDIAMO ATTO DELLA RILUTTANZA DELLA PRESENTE AMMINISTRAZIONE A TRATTARE TEMI DI CARATTERE AMBIENTALE, CHE NON COMPORTINO UN RITORNO ECONOMICO PER LE DISASTRATE CASSE COMUNALI. NE PRENDIAMO ATTO E CI COMPORTEREMO DI CONSEGUENZA IN FUTURO, RIVOLGENDO ALTROVE LE NOSTRE RICHIESTE.

Comunicato del 22/06/2015

COMITATO DI TUTELA E SALVAGUARDIA DELL’ AMBIENTE DI MONTE PORZIO CATONE

alla

COMMISSIONE URBANISTICA DEL COMUNE DI MONTE PORZIO CATONE

e.p.c. al

SINDACO del COMUNE DI MONTE PORZIO CATONE, dr. EMANUELE PUCCI

Gentile membri della Commissione Urbanistica del Comune di Monte Porzio Catone,

rappresentiamo una associazione ONLUS creata per la salvaguardia e la difesa dell’ ambiente del comune di Monte Porzio Catone.

Ad oggi il comune, di cui facciamo parte, viene costantemente aggredito dalle pretese edificatorie di soggetti (privati e pubblici). Nonostante la presenza di vincoli di varia natura, siamo costantemente di fronte a progetti di pseudo riqualificazione urbanistica, che nascondono dietro interessi speculativi di soggetti terzi, i quali tentano oramai da anni di trasformare terreni ed intere zone del comune attualmente non edificabili in residenziali; il tutto per mere ragioni di profitto.

Esistono una serie di zone ad alto impatto paesistico e naturalistico in tutto il comune (zona Romoli compresa), alcune delle quali hanno anche una forte connotazione archeologica.

Ci siamo costituiti per monitorare e contrastare le velleità edificatorie sul versante Tuscolo, ma ci siamo presto resi conto che tutto il comune si trova costantemente sotto l’ attacco di speculatori e costruttori. Molto spesso costoro perpetuano opere abusive utilizzando escamotage molto tecnici ed in alcuni casi riescono addirittura ad edificare dal nulla nuove costruzioni senza incorrere in sanzioni degne di nota.

Quindi ogni nuova costruzione, che non sia preventivamente autorizzata, verrà denunciata dal nostro comitato con l’ aiuto dei cittadini residenti, i quali effettuano opera di “vigilanza attiva” su tutto il territorio.

Va detto infatti che con la nostra costituzione abbiamo cominciato una capillare opera di sensibilizzazione della cittadinanza su questi temi e stiamo cercando di create una consapevolezza diffusa in termini di rispetto dell’ ambiente (dove per ambiente intendiamo la natura, tutta senza esclusione, che ci circonda).

Riteniamo quindi intollerabile la conversione di una qualsivoglia area verde (anche privata) in opera cementificata e per questo non riteniamo lecita né tantomeno motivata alcuna richiesta di modifica dell’ attuale PTPR, tantomeno se le motivazioni sono mere questioni di budget.

Siamo consapevoli dei problemi economici in cui versa il comune di Monte Porzio Catone, ma riteniamo doveroso sottolineare, che qualsivoglia problema economico non può tramutarsi in una sistematica opera di saccheggio del territorio e del nostro ambiente, che è un bene comune protetto dalla costituzione ed è anche l’ unico bene pubblico che ci rimane.

Siamo quindi qui a manifestare la nostra vigile sorveglianza ad ogni azione edificatoria e verifica puntuiale del rilascio di tutti i permessi dovuti, che riguardino tutta l’ area del comune.

Saremo qui a vigilare ogni richiesta presente e futura da parte del comune in merito alla modifica del PTPR in sede regionale, che abbia come scopo l’ incremento della metratura edificabile del comune sotto qualsiasi profilo e motivazione.

Ogni richiesta in tal senso verrà negativamente pubblicizzata con tutti i mezzi a nostra disposizione.

Quello che invece ci preme ricordare a questa amministrazione ed ai membri della presente commissione sono le dichiarazioni post-elettorali del Sindaco Pucci, che sulla questione cementificatoria (edizione del Tuscolo 10/12/2014) voleva personalmente rassicurare il nostro comitato da poco costituito che “non ci sarebbero state ulteriori costruzioni né a monte Ciuffo né a valle Formale”.

Grazie della vostra attenzione.

Cordialmente

Comitato di Tutela e Salvaguardia dell’ Ambiente di Monte Porzio Catone

Annunci

One thought on “Una Amministrazione (MPC) Ostile ai Temi Ambientali

  1. Pingback: I nostri GRAZIE al Cemento!? | Comitato di Tutela Monte Porzio Catone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...