A Monte Porzio Catone si abbattono gli alberi del parco…!

Da circa una settimana nel comune di Monte Porzio Catone si è verificato uno dei più disgustosi e riprovevoli scempi ambientali che siano immaginabili:

il taglio indiscriminato di innumerevoli esemplari di alberi ad alto fusto

CONFRONTO1CONFRONTO2[N.B. le immagini del “prima” sono state ottenute dalla modalità “street view” di google-maps e si tratta di immagini riasalenti a circa il 2008-2009 quando ancora non era in vigore la raccolta differenziata dei rifiuti urbani nel comune di Monte Porzio Catone; quindi gli alberi sono molto più giovani nelle foto del “prima” rispetto a quelli realmente abbattuti e nonostante questo il confronto è devastante, il danno è incalcolabile!].

Alleghiamo una galleria di immagini a testimoniare la situazione ATTUALE.

Come comitato e liberi cittadini appena ci siamo resi conto che non si trattava di semplici potature invernali, ma di veri e propri abbattimenti (in una zona oltremodo soggetta a vincolo paesaggistico e dissesto idrogeologico) abbiamo subito presentato esposto/denuncia al comune nella speranza che l’ opera fosse fermata.

Dagli autori degli abbattimenti ci è stato risposto che si trattava di zona a competenza provinciale, e che erano in possesso di tutte le perizie necessarie ad effettuare tali tagli.

Essendo inseriti nel parco regionale dei castelli romani oltre alle perizie per abbattere qualsiasi forma arbustiva è necessario avere uno speciale nulla-osta all’ abbattimento rilasciato dall’ ente parco.  Attendiamo che le istituzioni facciano luce sulle vicendo che hanno portato a tagliare alla base quasi 100 alberi di alto fusto.

Al margine dell’ azione riprovevole, ce ne è un’ altra ancora più vergognosa:  appropriazione indebita (vero e proprio furto) del legname che, anche qualora la provincia avesse effettuato il taglio, non è di proprietà della provincia né della ditta che ha eseguito il taglio stesso, ma del comune in cui risiedevano gli alberi tagliati. Tanto è che in speciali situazioni (a chi ne faccia richiesta), il comune mette a disposizione il legname tagliato ai propri cittadini (da utilizzarsi per riscaldamento).

Di seguito la legislazione a cui appellarsi quando avviene un taglio o abbattimento ingiustificato e/o illecito (fonte Corpo Forestale dello Stato: link).

Con la recente legge n.10/2013 recante “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”. (pubblicata sulla GU n.27 del 1-2-2013) è stata introdotta, per la prima volta in Italia, la definizione giuridica di “albero monumentale”. I requisiti indicati sono i seguenti:

1. l’albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali  ovunque ubicate ovvero l’albero secolare tipico, che possono essere considerati come rari esempi di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica e peculiarità della specie, ovvero che recano un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario o delle tradizioni locali;
2. i filari e le alberate di  particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale, ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani;
3.gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali ad esempio ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private.

N.B. Le foto che abbiamo raccolto si adattano bene alla dicitura n.2 di albero monumentale.

Che tipo di tutela esiste relativamente agli alberi monumentali in Italia?

Ai sensi del vigente Codice in materia di tutela di beni paesaggistici (Dlgs 42/2004 e successive modifiche) il Patrimonio Culturale nazionale è costituito da Beni culturali e da Beni paesaggistici. Il D.lgs. 63/2008 ha introdotto, nella categoria delle cose immobili, di cui all’art. 136 lett. a del Codice, gli «alberi monumentali». Gli alberi monumentali, in quanto Beni paesaggistici a tutti gli effetti, sono, quindi, entrati a far parte del patrimonio culturale nazionale, proprio come i capolavori dell’arte umana. Su di essi, quindi può essere apposto il “vincolo paesaggisticoche ne impedisce l’alterazione o l’abbattimento.
A ciò si aggiunge quanto disposto dalla legge n.10/2013 che stabilisce che: “salvo che il fatto costituisca reato, per  l’abbattimento o il danneggiamento di alberi monumentali si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da  euro 5.000 a euro 100.000″.
Inoltre, è applicabile l’articolo 635 del Codice penale che disciplina il reato di danneggiamento (pena dai sei mesi ai tre anni).

Sul sito del Corpo Forestale dello Stato alla domanda se sia possibile abbattere un albero anche in giardino privato, la risposta è la seguente:

In primo luogo, a seconda del Comune di residenza possono esistere ordinanze o regolamenti comunali che stabiliscono il tipo di autorizzazioni ed i requisiti per poter procedere al taglio di piante che insistono su proprietà private.
Inoltre, se nell’area in cui si trovano gli esemplari sussistono dei vincoli paesaggistici o idrogeologici la possibilità di effettuare il taglio può essere del tutto vietata. Vincoli ancora più stringenti se ci si trova all’interno di parco, riserva od area protetta.

Nota Bene: quest’ ultimo caso è quello dell’ area di cui riportiamo le immagini. Una zona boschiva del parco regionale dei castelli romani con vincolo paesaggistico ed idrogeologico in cui non è permesso effettuare alcun taglio di albero senza nulla osta dell’ ente parco. A questo si aggiunge la possibilità di identificare la filare di alberi come monumentali per il ruolo che rivestono a livello paesaggistico.

Potrebbe trattarsi du una estrapolazione un pò spinta? Forse si, ma poco cambia poiché la differenza tra l’ irregolarità nell’ abbattimento di un albero normale (senza permessi) ed uno monumentale (senza permessi) è solo pecuniaria (si passa dai 5000 ai 500 euro
per ogni albero) l’ ammenda si abbatte di un fattore 10! Ma il reato penale di danneggiamento di un bene comune sussiste in ogni caso!

A tutto questo discorso di principio va aggiunto un semplice fatto pratico: tagliare alberi alla radice su terreni molto scoscesi, li dove di fatto è presente un fosso pluviale (fosso Lucidi), mette in serio pericolo le innumerevoli abitazioni costruite a monte sul pendio scosceso in quanto le radici degli alberi abbattuti rimarranno vitali per un certo periodo (1-2 ani) poi moriranno e tempo un altro paio di anni marciranno rendendo di fatto instabile il terreno che potrebbe franare con le successive piogge.

Qualcuno dovrebbe prendersi la briga di spiegare ai proprietari delle case, che il vantaggio gi godere di un miglior panorama, presenta il retro della medaglia che nel medio-lungo periodo si potrebbe compromettere la stabilità del terreno su cui poggiano le fondamenta delle proprie case…!

Ci troviamo quindi nella situazione di chiedere urgentemente un intervento per ripristinare e REIMPIANTARE la vegetazione impropriamente asportata (obbligo di reimpianto comunque  previsto qualora sia identificato un abuso nella rimozione forzata degli alberi in questione)!


AGGIORNAMENTO:

In data odierna (27/02/2015) abbiamo presentato denuncia al corpo forestale dello stato. Attendiamo sviluppi (e vi terremo aggiornati).

E’ stata denunciata anche la strana inerzia dimostrata dall’ amministrazione locale e dalla polizia locale, che, invece di intervenire chiedendo delucidazioni e, in mancanza delle necessarie autorizzazioni,  interrompendo i lavori e sequestrando i mezzi, ha lasciato inpunemente finire gli tagli portando da 30 a 80 il numero di alberi abbattuti.

Annunci

3 thoughts on “A Monte Porzio Catone si abbattono gli alberi del parco…!

  1. Pingback: Ci risiamo… prepariamo le spianate per le future costruzioni! | Comitato di Tutela Monte Porzio Catone

  2. Pingback: Giornata mondiale Earth Day | Comitato di Tutela Monte Porzio Catone

  3. Pingback: Abbattimento Alberi del Parco a Monte Porzio: la cronostoria del silenzio dalle istituzioni! | Comitato di Tutela Monte Porzio Catone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...