Operazione Trasparenza: Lettera al Sindaco di Monte Porzio Catone

Aggiungiamo il documento che ci siamo permessi di sottoporre all’ attenzione del sindaco di Monte Porzio Catone dr. Emanuele Pucci in merito alla richiesta di un incontro in cui presentarci e fare il punto della situazione a livello urbanistico/ambientale auspicando la convocazione di una commissione urbanistica straordinaria con i seguenti punti all’ Ordine del Giorno (protocollo comune data 2/2/2015).

SCARICA IL DOCUMENTO QUI


Spett. Sindaco di Monte Porzio Catone,

con la presente prendiamo ufficialmente contatto con la vostra amministrazione e nel far questo gradiremmo presentarci.

Siamo un comitato di liberi cittadini senza fini di lucro e totalmente apartitica, che si prefigge la tutela e la salvaguardia dell’ ambiente in Monte Porzio Catone.

Saremmo lieti di incontrarla per parlare di alcune tematiche, che ci stanno a cuore, alcune delle quali ci hanno mossi a costituzione del comitato stesso. In particolare gradiremmo avere da parte sua e della sua amministrazione risposte circa i seguenti punti.

  1. La posizione ufficiale del Comune nei riguardi della Associazione Temporanea di Scopo (ATS) “sviluppo Monte Ciuffo”, che ha presentato ufficialmente in Comune un progetto di “sospetta” speculazione edilizia (prot. n. 16445 successivamente riproposto come riqualificazione urbanistica il 31/12/2012). Tale progetto viene esposto in commissione urbanistica in data 16/06/2013, riceve parere sostanzialmente favorevole dalla precedente amministrazione Gori, tanto è vero che viene dagli amministratori stessi “suggerita” la costituzione di un ***consorzio obbligatorio*** per allentare e/o cancellare l’ ultimo forte vincolo di tipo paesagistico sulla zona, facendo pressioni in Regione Lazio.

In merito a ciò chiediamo:

-un atto formale da parte di questa amminstrazione per impedire la costituzione presente (e futura) di consorzi con queste finalità;

l’annullamento formale di quanto disposto nella sopracitata commissione urbanistica ed un pronunciamento circa l’ inammissibilità presente e futura del progetto in questione (prot. 16445).

Ricordiamo a questa amministrazione che i proprietari delle zone in questione già pagano regolarmente le tasse comunali, compresa quella su servizi non fruiti: sarebbe auspicabile una diminuzione progressiva della tassazione in rapporto alla mancanza degli stessi.

  1. Riguardo il tema dell’ Assetto del Territorio vorremmo una chiara presa di posizione (con delibera pubblica) da parte della presente giunta sulla assoluta contrarietà ad edificare nelle zone verdi protette del Parco Regionale dei Castelli Romani in tutto il perimetro del comune ed un impegno ufficiale a salvaguardare l’ attuale PTPR ora ed in futuro.

Chiediamo inoltre un impegno ufficiale di vigilanza e sollecito verso il comune di Roma per salvaguardare ed identificare un assetto congruo per la Città Metropolitana di Roma, che salvaguardi meglio la zona definita “Agro Romano Soggetto”, a valle della strada provinciale Frascati-Colonna e a monte della strada statale Casilina, la quale, presenta innumerevoli ricadute sul nostro comune, sia in termini ambientali sia in termini di indotto agro-alimentare. Questo territorio viene giornalmente aggredito dalla cementificazione selvaggia, speculativa e quasi sempre abusiva che deve essere bloccata e risanata prima di compromettere definitivamente ed irreversibilmente l’ intero perimetro comunale.

  1. Riguardo alle recenti vicende relative a contenziosi e permessi per costruire in deroga ai vincoli esistenti, sia paesaggistici sia archeologici (vedere causa Euroimmobiliare 2003 riguardante la lottizzazione “ex-Roncoroni” e le richieste di insediamenti nell’area soggetta a vari vincoli archeologici e di salvaguardia ambientale a valle del Pilozzo), si richiedono informazioni sullo stato di avanzamento e le intenzioni dell’ attuale amministrazione a seguito delle richieste legali delle parti in causa.

  2. Chiediamo un programma di valorizzazione delle zone verdi e di quelle ad interesse storico-culturale, socio-istituzionale ed archeologico. Chiediamo che questa Amministrazione si adoperi per trovare le alternative per un impiego sostenibile dei terreni a monte della Maremmana, dalla rivalorizzazione delle colture autoctone, allo sviluppo di piani verdi di rimboschimento (attualmente finanziati cospicuamente da programmi europei come “Horizon 2020”), alla tutela della fauna selvatica, al reimpiego delle aree per scopi educativi, didattici e turistici.

Risulta inoltre di cruciale importanza la necessità di identificare un utilizzo eco-sostenibile per tutte le zone verdi demaniali, particolarmente appetibili per tutti coloro, che hanno come obiettivo mere questioni speculativo/costruttive, identificando e sostenendo i migliori progetti agricoli atti alla salvaguardia, alla rivalorizzazione delle colture autoctone ed alla rigenerazione di un terreno, altrimenti destinato al degrado, incolto e privo di utilizzi.

Si evidenzia la possibilità di finanziare questi progetti (o parte di essi) tramite degli incentivi europei per la valorizzazione del paesaggio terrestre (paesaggistico-naturalistico) e celeste (in termini di sito osservativo contingente ad un osservatorio astronomico).

  1. Riguardo i siti monteporziani ad interesse archeologico da Barco Borghese fino a Camaldoli passando per il Tuscolo e tutte quelle innumerevoli ville romane sparse sul territorio, si suggerisce a questa amministrazione la possibilità di interagire con il G.A.L. (Gruppo Archeologico Latino) al fine di salvaguardare le aree in questione, instaurando un vincolo forte locale alle nuove edificazioni.

Riguardo gli edifici ad alto impatto culturale e storico, sarebbe auspicabile che questa amministrazione trovi un accordo con il MIUR (in primis) ed con il Convitto Vittorio Emanuele in Roma per un utilizzo istituzionale di Villa Lucidi e del CED, che potrebbero essere utilizzate come sedi scolastiche nell’ambito del territorio tuscolano (ad esempio raggruppando in un unica sede le scuole statali monteporziane carenti dal punto di vista logistico, oppure di comuni limitrofi come il Liceo Cicerone di Frascati che non dispone di una sede adatta).

Di particolare interesse la possibilità di identificare queste aree in dismissione come sedi opportune per la realizzazione di progetti alternativi di sviluppo sostenibile, come la creazione di un polo di eccellenza per la ricerca di base e/o degli istituti di agraria in collaborazione con le università e gli enti di ricerca, che porterebbero ad una rivalorizzazione dell’ intera area comunale.

Altro edificio di particolare importanza storica per il comune monteporziano è villa Gammarelli, per la quale auspichiamo possa essere trovato un accordo di utilizzo con gli attuali proprietari in modo da utilizzarla per le stesse finalità istituzionali, arricchendo la cittadinanza tutta.

  1. La posizione ufficiale del comune in merito all’ abrogazione del vincolo di rispetto del 1942 per l’ Osservatorio Astronomico di Roma (del Tuscolo), dal momento che questo vincolo fu recepito nella stesura del Piano Regolatore di Monte Porzio Catone quando venne approvato nel 1972 dalla Regione Lazio. A riprova della volontà di salvaguardare le potenzialità inerenti, si richiede a codesta amministrazione una delibera operativa in cui si riconfermi lo stato di diritto dell’ Osservatorio Astronomico di Roma nel perimetro della legge n.1260 del 1942, reintegrando localmente quel vincolo in modo tale da considerare la sua cancellazione SOLO un mero errore legislativo, onde evitare l’ insorgenza di problemi e/o contenziosi con l’ amministrazione INAF (Istituto Nazionale di AstroFisica).

  2. A questa amministrazione si richiede una convocazione straordinaria della commissione urbanistica con i punti della presente all’ Ordine del Giorno.

Si richiede infine di essere formalmente informati in relazione alla convocazione delle riunioni della commissione urbanistica, che riguardino assetto, paesaggio, ambiente, lottizzazioni, cambiamenti di destinazioni, permessi per costruire (con eventuali sanatorie / deroghe) per tutto il comune di Monte Porzio Catone.


Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...